Monolith lavora a Project X Zone, nuovi dettagli  8

Un ibrido

Arrivano da Famitsu alcune nuove informazioni riguardanti Project X Zone, il gioco cross-over tra gli universi di Capcom, Bandai e Sega.

C'è Monolith Software, team responsabile di Xenosaga, allo sviluppo del gioco, con Kouji Ishitani e Souichiro Morizumi in qualità di producer, insieme a Kensuke Tsukanaka di Namco Bandai. La struttura si conferma come un ibrido tra action, RPG e strategico: il Cross Active Battle System consente di muovere i personaggi su una griglia come in una sorta di scacchiera, ma quando si attiva il combattimento, con due avversari a contatto, si innescano dinamiche più action, con la possibilità di effettuare mosse e combo con i tasti, con Cross Hit e Support Attack come abilità speciali da utilizzare con più personaggi in combinazione e i Critical Hits particolarmente potenti.

Ogni personaggio può evolversi avanzando con i livelli di esperienza ed è possibile così attivare nuove abilità speciali, partendo da due skill per arrivare fino a 5, a loro volta migliorabili progressivamente. Come in un picchiaduro, c'è anche una barra speciale che incrementa ad ogni attacco effettuato e può essere utilizzata per scaricare una mossa speciale particolarmente potente. Annunciata anche la presenza di nuovi personaggi come Chun Li (Street Fighter), Morrigan (Darkstalkers) e Valkyrie.

Fonte: Andriasang