Un giudice ha chiesto il bando di Xbox 360 dagli Stati Uniti  172

Per la causa che vede contrapposta Microsoft a Motorola

Il giudice David Shaw ha sentenziato che l'International Trade Commission dovrebbe bandire le versioni 4GB e 250GB di Xbox 360 dagli Stati Uniti per la violazione di quattro brevetti di Motorola. Inoltre ha chiesto a Microsoft di pagare una cauzione uguale al 7% delle Xbox 360 invendute in America.

I brevetti in questione riguardano come Xbox 360 decodifica i video, tecnologia che apparterrebbe a Motorola.

Microsoft ha provato ad argomentare che il bando non farebbe il pubblico interesse, perché lascerebbe ai consumatori solo due opzioni di acquisto di console casalinghe: PlayStation 3 e Nintendo Wii. Il giudice ha però rifiutato la contestazione, dicendo che i diritti sulle proprietà intellettuali sono più importanti e che, comunque, Nintendo e Sony sarebbero in grado di soddisfare la domanda extra (con grande gioia, aggiungiamo noi).

Microsoft ha chiesto una riduzione della cauzione al 2,5%, mentre Motorola ne vuole la lievitazione al 100% del valore delle Xbox 360 invendute.

Ora la palla è in mano all'ITC, che se accoglierà la richiesta del giudice, la passerà a Barack Obama stesso che avrà 60 giorni per decidere. Passato questo periodo, la decisione passerà in mano alla Corte di Appello.

Insomma, vista anche la sentenza tedesca, favorevole a Motorola, Microsoft stavolta rischia grosso.

Fonte: eurogamer.net