Dead Space 3Dead Space 3 - Altre informazioni da Game Informer 

Nuovi nemici e nuove armi

Con l'uscita del nuovo numero di Game Informer, arrivano ulteriori informazioni su Dead Space 3 prima della sua presentazione ufficiale nel corso dell'E3 2012.

La storia si ambienta sul pianeta ghiacciato Tau Volantis, caratterizzato da una superficie estremamente fredda e da alcune sezioni a gravità zero, corridoi oscuri e tutti gli altri elementi caratteristici della serie, finora incontrati all'interno di navi e basi che si ripropongono anche nella nuova ambientazione. Secondo quanto riportato, il gioco avrà munizioni "più universali" (cosa che fa pensare all'abbandono delle munizioni specificamente legate al tipo di arma), un sistema di copertura negli scontri e una Campagna interamente giocabile in cooperativa, con tanto di scene d'intermezzo che prevedono la presenza di due personaggi come protagonisti, sebbene giocando anche in singolo non si perda nulla della storia.

Manca, a quanto pare, il multiplayer competitivo, che era stato inserito come novità assoluta all'interno del secondo capitolo. Tra i necromorfi si segnalano Fodders, Feeders e qualcosa di nuovo chiamato da Visceral "la bestia delle nevi", oltre ad un simpatico centipede alto come un palazzo di 30 piani chiamato Nexus. Secondo quanto riportato, i Feeder derivano da umani che, per necessità, si sono ritrovati a mangiare la carne di un necromorfo, dunque si tratta di un nuovo tipo di infetti rispetto a quelli visti finora. I Fodders sono in grado di trasformarsi in due tipologie in base a come vengono colpiti. Presenti anche gli adepti del culto di Unitology, che andranno alla caccia di Isaac con armi da fuoco. Sarà possibile combinare le armi in maniera inedita, ad esempio agganciando il Plasma Cutter con il Ripper. Non è chiaro come questo sistema si sviluppi, ma secondo la rivista i nemici rilasceranno, oltre a munizioni, anche materiali come "pezzi di metallo" e "tungsteno", che forse serviranno sui banchi di lavoro per costruire le nuove armi e modificarle.

Fonte: Gematsu

TI POTREBBE INTERESSARE