Square EnixUn Blu-ray potrebbe non essere abbastanza per la next-gen, secondo Square 134

Una mole di dati impressionante

Di nuovo Yoshihisa Hashimoto, chief technical officer di Square Enix e responsabile del progetto Luminous Engine, torna a parlare del futuro e della nuova piattaforma software del publisher nipponico.

Parlando dell'impressionante demo tecnica "Agni's Phylosophy" mostrata all'E3 2012, Hashimoto ha affermato che è stata costruita su un PC decisamente potente, che ha consentito di estrapolare gli elementi costruiti in computer grafica da Visual Works sul Luminous Engine direttamente in un contesto real time. Si tratta di uno strumento che potrà tornare estremamente utile nella prossima generazione di console e giochi: partendo da un target render, gli elementi vengono direttamente trasferiti in un ambiente di lavoro che li tratta come assets ed elementi di scenario da gestire in real time.

Il problema, in questo caso, è rappresentato dalla quantità di memoria richiesta da una tale mole di dati: "ovviamente, è una quantità di dati troppo grande da utilizzare in gioco così com'è", dunque si tratterà comunque di adattarli ulteriormente, "ma penso che l'aspetto e il feeling possa rimanere quello. Se avessimo avuto più tempo", ha spiegato, specificamente al riguardo della demo in questione, "avremmo potuto comprimere ulteriormente i dati". Hashimoto considera che lo stesso Blu-ray, nonostante i suoi 50 GB di spazio, potrebbe rappresentare una limitazione in futuro e un solo disco potrebbe non essere sufficiente per i giochi della prossima generazione: "dobbiamo veramente pensare attentamente al meccanismo di compressione dei dati".

Fonte: CVG