Blizzard ammette di aver trascurato i contenuti end-game di Diablo III  105

Il gioco non si è rivelato longevo come preventivato

Bashiok, community manager per Blizzard, ha riconosciuto la mancanza della dovuta cura per quanto concerne i contenuti end-game di Diablo III. "Riconosciamo che la ricerca di oggetti non rappresenta di per sé un valore a lungo termine per l'end-game. Ci sono ancora tantissime persone che giocano ogni giorno e settimana, e giocano un bel po', ma le cose da fare per loro cominciano a scarseggiare (sempre che non si siano già esaurite)."

"Ammazzare nemici e trovare oggetti è divertente", ha continuato Bashiok, "e pensiamo di aver curato molto bene questo aspetto dell'esperienza, o quantomeno abbiamo raggiunto i risultati voluti attraverso qualche correzione e miglioramento. Però dobbiamo ammetterlo: Diablo III non è World of Warcraft. Non saremo capaci di inserire tonnellate di nuovi contenuti ogni bimestre. C'è bisogno di qualcosa in grado di intrattenere i giocatori sul lungo termine, e sappiamo che al momento questo qualcosa latita." Chiaramente gli sviluppatori lavoreranno per rimediare a tale mancanza.

Fonte: VG247