Anche American McGee sostiene il free to play  18

Il mercato console non è sostenibile ed è destinato a soccombere

IL celebre designer, e coofondatore di Spicy Horse, ha criticato il mercato console esaltando invece il free to play.

Secondo American McGee il modello freemium salva gli sviluppatori da una pressione ormai eccessiva e determinata dalla difficoltà di rendere profittevole un gioco per console. McGee ha anche rivelato che i titoli free to play di Spicy Horse, ovvero BigHead Bash e Crazy Fairies, hanno generato più introiti di Alice: Madness Returns. Quello che si è dimenticato di dire è che l'ultimo titolo dedicato ad Alice non è certo all'altezza del predecessore.

Inoltre anche le major si stanno spostando verso il free to play e sono prontissime a rendere pachidermico anche questo mercato in modo da occuparlo con il loro ingombrante fondoschiena. Ma con la qualità anche gli indie hanno saputo riproporsi e in moltissimi casi senza bisogno del modello free to play che, tra l'altro, restringe i generi e obbliga a una serie di scelte legate al multiplayer.

Fonte: Game Informer