UbisoftUbisoft non ha investito molto su Wii U 

Come cambia la musica quando la platea è fatta di investitori

Durante le manifestazioni videoludiche Ubisoft si è sempre dichiarata entusiasta di Wii U e pronta a supportare la nuova console Nintendo a pieno regime.

D'altronde il mercato casual si è dimostrato remunerativo per publisher francese che spera di fare il bis con il binomio Wiimote e Gamepad. Eppure, quando entrano in ballo gli investitori, ecco che intervengono considerazioni differenti. Il mercato, infatti, non è particolarmente impressionato dal pad della Wii U e questa volta la console esce con la concorrenza già pronta a parare i colpi con tablet integrati, portatili interattivi e via dicendo.

Ed ecco che dalla bocca Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, esce una verità diversa da quella sbandierata fino ad ora. A quanto pare, infatti, gli investimenti di Ubisoft sull'affaire Wii U sono modesti. Solo 1.2 milioni di dollari per i porting, che rappresentano la fetta maggiore della lineup, e investimenti contenuti per ZombiU e Rayman Legends. D'altronde, ha affermato Guillemot, quello che conta è l'innovazione, non certo il valore di produzione. Una dichiarazione giustissima, in molti ambiti, ma che, almeno in questo contesto, fa sicuramente riflettere sulla situazione di mercato che accompagnerà l'uscita della nuova console Nintendo.

Fonte: Gamesindustry

TI POTREBBE INTERESSARE