Star Wars: The Old Republic - Informazioni sul passagio a free-to-play  15

Austin Matthew Bromberg racconta alcuni aspetti del passaggio

Il general manager di Bioware, Austin Matthew Bromberg, riporta qualche informazione sul prossimo passaggio al modello free-to-play di Star Wars: The Old Republic.

Il lancio del gioco avvenuto all'interno del classico sistema ad abbonamento aveva sollevato già qualche dubbio, in pieno trend tendente al free-to-play, ma la software house ha voluto comunque tentare la strada tradizionale, considerando l'ampio bacino d'utenza a cui avrebbe potuto attingere con la forza del marchio Star Wars.

Giunti a questo punto, con il calo di abbonamenti in atto, la soluzione è diventata evidente per BioWare: "abbiamo fatto un po' di ricerche e abbiamo notato come la gente che ha provato e poi lasciato il gioco trovava la sottoscrizione come un ostacolo, dunque è stata una decisione piuttosto ovvia per noi". Insomma, la scoperta dell'acqua calda. E' chiaro che il passaggio al free-to-play per il publisher rappresenta "un grosso rischio", ma in ogni caso spera di poter organizzare le cose in maniera da poter assicurare un flusso finanziario in grado di mantenere tutta la struttura. Tutti coloro che hanno pagato l'abbonamento finora, o per un certo periodo di tempo, otterranno come ricompensa una quantità di crediti in-game proporzionale a quanto speso, secondo quanto riportato da Bromberg.
Fonte: CVG