Kickstarter cambia parte del regolamento  11

E specifica che non è un negozio

Kickstarter ha deciso di precisare diverse cose nel suo regolamento, in modo da evitare le polemiche nate nelle scorse settimane. È stata quindi aggiunta la sezione "Risks and Challenges" in cui vengono spiegate le difficoltà che un progetto può trovarsi ad affrontare e cosa possono fare gli sviluppatori per evitarle. Inoltre vengono date mole informazioni in più per i finanziatori, specificando però che Kickstarter non è un negozio e che quando si offrono i propri soldi non è detto che i progetti giungano a termine.

Nuove regole sono state imposte anche ad alcune categorie merceologiche, non i videogiochi, per non dare l'idea che si sfrutti Kickstarter come una vetrina. I progetti coinvolti comprendono hardware come Ouya. Insomma, un po' di chiarezza non fa mai male.

Fonte: Joystiq