OnLive è stata svenduta per 4.8 milioni di dollari  17

Niente se paragonati ai 380 milioni pagati da Sony per Gaikai

Ai 4.8 milioni di dollari pagati dal nuovo, misterioso, proprietario, vanno ovviamente aggiunti i circa 18.7 milioni di dollari di debiti contratti dalla compagnia. Il totale della manovra d'acquisto arriva dunque a 23.5 milioni ma si tratta sempre di un'inezia rispetto ai 380 milioni sborsati da Sony per acquistare il servizio concorrente Gaikai.

Stiamo ovviamente parlando del videogiocogioco in streaming con OnLive che nonostante un'utenza di 1.5 milioni di giocatori non ha superato le 1800 connessioni simultanee. Se a questo aggiungiamo una bassissima percentuale di utenti paganti risulta chiaro il motivo della svalutazione della compagnia.

Durante il cambiamento di proprietà, che ha lasciato a casa il fondatore, metà dello staff licenziato è stato riassunto e il servizio non ha subito interruzioni. Tra i vantaggi del cloud gaming troviamo senza dubbio l'hardware dal lato cliente che può essere molto economico e minuto. Ma tra i problemi troviamo la qualità della banda, l'obbligo della connessione, la necessità di un supporto estremamente costoso e il fatto che un'eventuale interruzione priva il giocatore della possibilità di giocare ai titoli che ha pagato.

Fonte: Eurogamer