Assassin's Creed IIIAssassin's Creed III, a Lucca Comics & Games la rievocazione della battaglia di Bunker Hill 

Sarà il più grande evento del genere mai realizzato in Europa

Se quest'anno avete intenzione di visitare Lucca Comics & Games, assicuratevi di esserci sabato 3 novembre, perché potreste assistere a un evento di proporzioni epiche. Un cast di oltre duecento persone rievocherà infatti la celebre battaglia di Bunker Hill per promuovere l'uscita di Assassin's Creed III. Riportiamo il comunicato ufficiale.

Oltre 200 soldati provenienti da Stati Uniti e diversi stati europei, quattro cannoni, sessanta minuti di battaglia nei quali saranno ricostruite tutte le fasi dell'epico scontro che generò nei rivoluzionari americani la convinzione che uniti avrebbero potuto avere la meglio sull'oppressiva madrepartria, il Regno di Gran Bretagna.

Il tutto per celebrare l'attesissima uscita del videogioco Assassin's Creed III, ambientato nel periodo della guerra d'indipendenza americana, tramite cui si potranno vivere dai primi tumulti del 1770 alla trasformazione delle tredici colonie nordamericane negli Stati Uniti d'America così come oggi li conosciamo. Assassin's Creed III quindi, oltre a divertire, racconterà la storia della creazione della prima potenza mondiale e della sua storia, affascinante almeno quanto poco conosciuta.

L'evento, programmato per sabato 3 novembre, si svolgerà nell'ambito di Lucca Comics & Games, il più grande Festival italiano, e terzo a livello mondiale, dedicato al comics e al games, che lo scorso anno ha fatto registrare oltre 155 mila presenze. I reenactors (che interpreteranno i soldati inglesi e i ribelli americani) arriveranno da Stati Uniti e diversi stati europei, accampandosi dal giorno prima a ridosso delle mura di Lucca, sul prato dove si svolgerà la più grande rievocazione della battaglia di Bunker Hill mai realizzata in Europa.

La battaglia ripercorrerà gli eventi realmente accaduti, sia per durata che per svolgimento nelle sue cruente tre principali fasi, con l'esercito britannico respinto per ben due volte dall'avanguardia dei ribelli americani, e l'assalto finale che sancì la vittoria inglese ma a fronte di un numero incredibile di perdite. Dal pomeriggio di quel giorno nacque l'embrione dell'esercito degli Stati Uniti d'America, che battaglia dopo battaglia conquistò la tanto agognata libertà.

TI POTREBBE INTERESSARE