Periferiche WiiUNintendo ha svolto le indagini alla Foxconn 

E ha scoperto che la violazione confessata da Foxconn c'è stata

Nintendo ha finalmente svolto le indagini che aveva annunciato sulle modalità di produzione della fabbrica Foxconn e, pensate un po', ha scoperto che la confessione dei vertici della società era vera, ossia che Wii U è stato assemblato anche da quattordicenni (ci voleva grande sagacia). Ovviamente questo viola la Nintendo Corporate Social Responsibility Procurement Guidelines (CSR) che tutti i partner della multinazionale sono tenuti a seguire, ossia una serie di regole guida basate sul diritto internazionale.

Quindi cosa farà Nintendo? Straccerà i contratti con Foxconn tornando a produrre in paesi in cui siano garantiti i diritti umani? Niente di tutto questo. Visto che Foxconn ha sistemato la situazione e che anche le sue linee guida non permettono il lavoro minorile, Nintendo vigilerà maggiormente affinché le regole siano rispettate.

Ovviamente Nintendo ha preso a cuore la questione e proseguirà nella sua indagine... insomma, riassumendo, tanto rumore e non si farà nulla contro Foxconn, come non fece nulla Microsoft e come non fece nulla Apple. E noi che ci eravamo preoccupati.


Fonte: Kotaku

TI POTREBBE INTERESSARE