Periferiche WiiUNintendo ammette che Wii U sarà venduta inizialmente in perdita 

Si tratta di una prima volta di Nintendo

Nintendo, per voce di Satoru Iwata, ha rivelato ieri agli investitori che Wii U sarà venduta inizialmente in perdita (traduzione: il costo di produzione della singola macchina sarà superiore al prezzo di vendita), nonostante le voci che la volessero profittevole dal giorno di lancio.

Insomma, le vendite di Wii U avranno un impatto negativo sui profitti nel breve periodo perché il prezzo è stato determinato dalle aspettative dei giocatori più che dai costi della produzione.

La notizia è stata confermata dal managing director Yoshihiro Mori, come riportato dal Washington Post.

Si tratta di una grossa novità per Nintendo, che in passato aveva sempre affermato di voler guadagnare sulle vendite hardware sin dal giorno di lancio, a differenza di Sony e Microsoft che hanno sempre venduto in perdita nei primi anni di vita delle loro macchine. Probabilmente il cambio di strategia è stato determinato dalla mutazione del mercato dei videogiochi, diventato più difficile per gli operatori tradizionali, e dai risultati del 3DS, risollevatosi soltanto dopo il taglio di prezzo.

Insomma, Nintendo vuole evitare una situazione simile e puntare subito su numeri di rilievo, come confermato dalle prospettive di vendita di 5,5 milioni di console entro il 31 Marzo 2013.

Fonte: eurogamer.net

TI POTREBBE INTERESSARE