Il matchmaking di Call of Duty: Black Ops II funzionerà in base alla latenza  0

Il sistema prescinderà dalla vicinanza geografica

David Vonderhaar, game design director presso Treyarch, ha rivelato su Twitter che il matchmaking di Call of Duty: Black Ops II adotterà un sistema di selezione basato sulla latenza e sul ping, anziché sulla regione geografica in cui si trovano i giocatori.

Una soluzione del genere, completamente nuova per la serie, garantirà di certo un'esperienza multiplayer migliore ed eviterà particolari squilibri fra gli utenti in termini di qualità della connessione.

Fonte: charlie INTEL