PC - Il calo di vendite potrebbe durare per anni, secondo gli analisti  54

I produttori si devono adeguare ai tablet e agli altri dispositivi

Non sta andando bene il mercato PC: la tendenza degli ultimi mesi parla di un calo di vendite, il primo nell'ultima decade di mercato.

Secondo Ben Reitzes, analista di mercato di Barclays Capital, la situazione potrebbe rappresentare l'inizio di un trend negativo sul lungo termine, che riguarderà anche i prossimi anni. Reitzes ha rivisto al ribasso le previsioni del mercato PC dal 2012 al 2016 a causa di diverse condizioni sopravvenute, in particolare la situazione macro-economica ma anche alcune caratteristiche specifiche venutesi a manifestare nel mercato PC.

Tra queste la confusione sul sistema operativo Windows 8, la cannibalizzazione con il mercato dei tablet e un allungamento generale nei cicli di evoluzione e rimpiazzo. Con l'utilizzo sempre più intensivo di tablet e dispositivi analoghi, coloro che normalmente lavoravano sempre su PC negli anni 90 si trovano a modificare profondamente le proprie abitudini. Il risultato è una variazione notevole nel mercato PC, che non potrà più continuare ad essere valutato nell'ordine delle 350 milioni di unità all'anno: con un allungamento nel ciclo vitale dei pezzi di circa 1-2 anni, il risultato sarebbe di 50-100 milioni in meno di unità vendute per il 2015. Al contrario, aumentano le stime sul mercato dei tablet, bassato per il 2013 da 146 a 182 milioni di unità vendute previste. Secondo l'analista in questione sarà ancora Apple a dominare il mercato tablet fino al 2016 almeno.

Fonte: Tom's Hardware