PublisherIl procuratore generale di New York bandisce 2.100 giocatori dal gioco online 

Per crimini a sfondo sessuale

Le molestie e la persecuzione a sfondo sessuale sono all'ordine del giorno nel mondo videoludico e secondo il procuratore generale Eric Schneiderman internet è la scena del crimine del ventunesimo secolo.

Secondo Schneiderman la presenza di numerosi ragazzi rende il videogioco un luogo ideale anche per i predatori sessuali che devono essere fermati a tutti i costi. Per questo è nata l'Operazione Game Over che in passato ha già allontanato dal gioco online 3.500 giocatori grazie alla collaborazione di Microsoft, Apple, Blizzard Entertainment, Electronic Arts, Disney Interactive Media Group, Warner Bros e Sony. L'eliminazione di altri 2.100 account e la neo siglata collaborazione con THQ, Gaia Online, NCsoft e Funcom segnano un'ulteriore passo in avanti per l'iniziativa che punta a rendere sicuro l'ambiente videoludico online.

Fonte: GamesIndustry