Oculus RiftUn sondaggio tra sviluppatori giapponesi rivela interesse nella realtà virtuale ma poca fiducia sulla sua affermazione 

Il pensiero di alcuni sviluppatori giapponesi

Il nuovo numero della rivista nipponica Famitsu contiene un interessante sondaggio su 25 sviluppatori giapponesi riguardante la realtà virtuale.

Il campione preso in esame è evidentemente molto ristretto ma può dare un'idea di alcune percezioni comuni da parte degli addetti ai lavori nipponici sulla nuova tecnologia. Come riportato da DualShockers, il sondaggio si basa su interesse, prezzo, possibilità di affermazione e coinvolgimento nella realtà virtuale. Quello che viene fuori è che la stragrande maggioranza degli sviluppatori intervistati è interessato nella nuova tecnologia, e la maggioranza è attualmente impegnata nello sviluppo di contenuti collegati, almeno al livello di sperimentazione.

La maggior parte considera la pubblicazione di software per realtà virtuale in futuro e che il prezzo annunciato per Oculus Rift sia troppo alto. Per quanto riguarda PlayStation VR, la maggior parte degli sviluppatori spera che il prezzo si trovi tra 30.000 e 40.000 yen, ovvero circa tra 264 e 353 dollari. Curiosamente, la maggior parte degli sviluppatori intervistati non aveva avuto nulla a che fare con la realtà virtuale in precedenza e in maggioranza pensano che la tecnologia in questione non riuscirà ad affermarsi come mainstream.