Nintendo sta lavorando alla realtà virtuale, secondo le previsioni di Jesse Schell dalla GDC 2016  36

Entro i prossimi anni arriverà la sua interpretazione

Un panel particolarmente interessante tenutosi in queste ore presso la GDC 2016 riguarda "40 previsioni per realtà virtuale e realtà aumentata", tenuto dal professore della Carnegie Mellon University nonché game designer Jesse Schell.

Schell ha condiviso con il pubblico le sue 40 previsioni, che sono basate su dati più o meno reali o realistici ma rappresentano comunque deduzioni sull'andamento delle due tecnologie nel corso della prossima ventina d'anni. Tra le varie deduzioni c'è anche una certa sicurezza, da parte di Schell, sul fatto che Nintendo stia già lavorando a una sua interpretazione della realtà virtuale. Nonostante il disastro del Virtual Boy e la distanza presa dalla casa di Kyoto nei confronti della tecnologia, il ritorno di fiamma generale per la VR non può aver lasciato indifferente anche Nintendo.

Secondo l'autore della discussione, dunque, è probabile che Nintendo ci stia pensando seriamente e qualcosa potrebbe emergere nei prossimi anni. Nelle previsioni c'è infatti uno spostamento della tecnologia della VR in ambito portatile, con dispositivi che per il 2022 saranno in grado di agire autonomamente da PC o console domestiche come stand-alone portatili e Nintendo potrebbe presentarsi con la sua versione di console a realtà virtuale portatile.

Per tutte le informazioni sulla GDC 2016 vi rimandiamo al nostro mini-sito ufficiale, ricordandovi anche di seguire il fantastico Live Show sulla GDC (mercoledì, giovedì e venerdì dalle 15 alle 18) e l'hashtag #GDC16conMultiplayer