MicrosoftBallerine troppo svestite al party Xbox di Microsoft alla GDC 2016, scatta la protesta 

Microsoft ha chiesto ufficialmente scusa per l'accaduto

Uno può pensare ciò che vuole delle ballerine da party e su quanta stoffa debba ricoprire i loro corpi, ma ci sono occasioni in cui sarebbe il caso di evitarne la presenza. Ballerine troppo svestite al party Xbox di Microsoft alla GDC 2016, scatta la protesta Foto di Kamina Vincent Ad esempio se organizzi una festa a una fiera per sviluppatori e sviluppatrici devi pensare che tra i tuoi attendenti potrebbero esserci anche donne sensibili all'argomento. Così non è stato per la festa elegante di Microsoft post GDC 2016, che improvvisamente si è riempita di ballerine scosciate vestite da scolarette sexy.

La maggior parte dei presenti non ha fatto molto caso alla cosa, ma alcuni sì. Ad esempio la sviluppatrice australiana Kamina Vincent, impegnata nel cercare di portare le donne nell'industria videoludica, che ha fatto una grossa sfuriata su Twitter contro Microsoft, pubblicando alcune immagini della festa. Probabilmente ad averla fatta andare completamente in bestia è stato il fatto che proprio Microsoft in giornata aveva tenuto un evento dedicato alle donne nel mondo dei videogiochi.

Phil Spencer, il capo della divisione Xbox di Microsoft, è intervenuto ufficialmente sull'argomento definendo sbagliata l'organizzazione della festa e affermando che la diversità e l'inclusione devono essere centrali in ogni aspetto del business. Insomma, l'incidente non è passato inosservato e non sarà tollerato. Ha quindi aggiunto che Microsoft s'impegnerà a fare meglio in futuro.

Anche il direttore del marketing di Xbox Aaron Greenberg ha scritto su Twitter di essere davvero contrariato per l'accaduto e che ne parlerà con il suo team.