Pokkén TournamentPokkén Tournament punisce i giocatori che effettuano il ragequit 

Legge inflessibile

Pokkén Tournament ha un sistema automatico di punizione per coloro che effettuano la pratica del ragequit, e lo presenta in maniera molto nintendiana.

Come dimostra l'immagine riportata qua sotto, il gioco considera il ragequit una cosa "maleducata nei confronti degli avversari", dunque "ti preghiamo di evitare di farlo", riferisce la graziosa Nia nei momenti di briefing del gioco. A quanto pare, il gioco toglie una certa quantità di denaro come penalità a coloro che effettuano il ragequit durante una partita. Si tratta di una funzione piuttosto avanzata (anche se molto punitiva, non prendendo probabilmente in considerazione le eventuali disconnessioni incidentali) se si pensa che nemmeno Street Fighter V l'aveva implementata al lancio e che in effetti non è presente nemmeno ora in questa forma, visto che nel picchiaduro Capcom le penalità vengono assegnate su base settimanale in base all'andamento delle partite.
Pokkén Tournament punisce i giocatori che effettuano il ragequit

TI POTREBBE INTERESSARE