UbisoftL'anno fiscale di Ubisoft fa segnare buoni risultati, nonostante una diminuzione delle vendite 

Molto bene i titoli di catalogo

Ubisoft ha diramato un comunicato ufficiale con il suo bilancio per l'anno fiscale conclusosi il 31 marzo 2016. Nel corso di dodici mesi, le vendite della compagnia sono calate del 4,8%, passando da 1,46 a 1,4 miliardi di euro. I proventi sono comunque aumentati, attestandosi sui 129 milioni di euro, contro i 112,6 dell'anno precedente.

Nel quarto trimestre, si sono registrati ricavi molto elevati, che hanno raggiunto la cifra di 624,9 milioni di euro, probabilmente grazie al lancio di The Divisione e Far Cry Primal. Si tratta di una crescita del 267,7% rispetto all'anno precedente, dove nello stesso periodo i ricavi raggiunsero "appena" i 169,9 milioni di euro.

I ricavi provenienti dal mercato digitale per l'intero anno ammontano a 446,7 milioni di euro, facendo segnare una crescita del 16,7% rispetto all'anno precedente. Le vendite digitali sono state il 32% del totale, mentre l'anno scorso erano state il 26,1%. L'obiettivo prefissato da Ubisoft, ossia il superamento del 30%, è stato pienamente raggiunto.

Bene anche le vendite dei titoli di catalogo, che sono cresciute del 45,6% toccando quota 354,6 milioni di euro e rappresentando il 25,4% dei ricavi complessivi del publisher per l'intero anno fiscale.

TI POTREBBE INTERESSARE