Capcom temeva di essersi spinta troppo oltre con Resident Evil 7 in VR  71

Rischiava di essere eccessivamente spaventoso

Risulta abbastanza evidente che Resident Evil 7 sia stato sviluppato con un occhio molto interessato alla tecnologia VR, potrà essere infatti giocato completamente con PlayStation VR. Tuttavia il director Koshi Nakanishi ha ammesso di aver nutrito qualche timore di calcare eccessivamente la mano sull'aspetto horror della produzione, che ha sicuramente un impatto più poderoso sul giocatore nell'ambito della realtà virtuale.

Proprio per scongiurare la mancanza di equilibrio (leggi: spaventarvi a morte), è stata prestata molta cura per rendere l'esperienza il più confortevole possibile, tuttavia sempre di un horror si parla, quindi Nakanishi puntualizza che la scelta su come vivere Resident Evil 7 rimane a discrezione del giocatore. Il titolo potrà essere utilizzato anche con il controller tradizionale, senza alcun problema, ma il director non nega che con VR si tratti di un'esperienza su un altro livello in termini di immersione e coinvolgimento.