Pokémon GOArrestata banda di criminali che usava Pokémon GO per individuare le sue vittime 

Voi prendete i pokémon, loro rapinano voi

Uno degli effetti collaterali di Pokémon GO è l'aver spinto moltissimi ragazzi a uscire nel mondo reale, di cui spesso ignoravano l'esistenza. Un altro degli effetti collaterali del gioco è spingere a esplorare zone isolate per trovare i pokémon. Da bravi geni del marketing, tre criminali - Shane Michael Backer, 18, Brett William Miller, 17 e Jamine James D. Warner, 18 - hanno subito capito come sfruttare la situazione a loro vantaggio.

Siamo a O'Fallon, Missouri, e i nostri, Pokémon GO alla mano, vanno a caccia di... giocatori, per rapinarli. Ovviamente non gli puntano contro il telefono, ma una pistola vera. La tecnica è semplice e a fare il lavoro sono soprattutto le ignare vittime, anticipate facilmente grazie ai PokéStop.

In un paio di giorni la banda ha rapinato nove persone. Dei veri stacanovisti. Fortunatamente sono stati catturati dalla polizia di O'Fallon, chiudendo la catena. L'ultima rapina è avvenuta domenica mattina alle 2 a.m.