MicrosoftIl futuro di Xbox visto dal Giappone 

Inoue Masashi, Marketing Manager di casa Microsoft, parla a Famitsu di cosa attende Xbox One nel paese del Sol Levante

Con la fine dell'E3 è stato tempo di tirare le somme anche per Microsoft. L'azienda ha tenuto una conferenza apprezzata da gran parte dal grande pubblico occidentale, dove tra l'altro Microsoft ha una buona base installata di utenza da cui ripartire più forte di prima. Il problema nasce quando si prova ad attaccare il mercato Giapponese, che non è una novità essere sotto il "monopolio" di Nintendo e Sony, oltre che dei sistemi mobile. Per provare a capire cosa frulla nella testa nei piani alti della società, Famitsu ha intervistato Inoue Masashi, Marketing Manager di casa Microsoft in Giappone. Vediamo cosa è uscito dall'intervista tra il Manager e Famitsu. L' E3 è giunto alla sua conclusione, ci dica le sue impressioni.
Nel Briefing di Xbox all' E3 2016 abbiamo spinto molto sull'hardware, ma sono stati presentati anche molti giochi esclusivi di Xbox One e Windows 10 e il fatto che siano stati accolti in modo così caloroso è una cosa che ci fa piacere. Sono stati molti anche i titoli terze parti e i giochi giapponesi presentati prima dell'apertura dell'E3, e in quanto incaricato di Xbox Giappone credo sia stata una conferenza molto ricca.

In pratica, il punto forte è la lineup del software?
Esattamente. Abbiamo presentato inoltre il concept "Xbox Play Anywhere". Se comprate un gioco in digitale su Xbox One o Windows 10, questa funzione renderà possibile la condivisione dei vostri progressi e dei salvataggi. I salvataggi verranno condivisi e possedendo Xbox One e un PC Windows potrete giocare a qualunque gioco ovunque vi troviate. Penso sia un vantaggio non da poco.

Tra i titoli First Party abbiamo notato come l'uscita in Giappone di Gears of War 4 sia stata cancellata....
Per quanto riguarda Gears of War 4 la situazione è stata parecchio travagliata. Per adeguare il gioco al rating che permette la vendita in Giappone abbiamo fatto molti meeting riguardanti le varie modifiche da apportare. Siamo davvero dispiaciuti, ma le correzioni sarebbero molto difficili e siamo arrivati alla conclusione che il gioco non rientrerebbe comunque nel rating per la vendita dei giochi in Giappone. Mi voglio scusare con gli utenti fan della serie che si aspettavano un'uscita regolare del brand. Microsoft Studio è molto impegnata nel supporto in ogni singolo gioco di molte lingue, in modo che gli utenti di tutto il mondo possano scegliere la loro preferita. Abbiamo deciso anche di introdurre a tutte le versioni dei giochi in uscita nei vari paesi del mondo i sottotitoli giapponesi, risolvendo così il problema dei giochi che non escono in Giappone. Ci dica di più sul vostro nuovo hardware, diventato il focus della conferenza.
Il fatto che abbiamo presentato diversi hardware alla conferenza significa che, guardando a un futuro prossimo, vogliamo offrire all'utenza molte scelte, tra cui Xbox One. Xbox One S, più piccola dell'attuale Xbox del 40% e l'high-end Scorpio fanno parte dell'ecosistema Xbox One e condivideranno lo stesso software e i vari accessori. Sarà l'utente che sceglierà quello più adatto in base alle sue esigenze.

Siamo rimasti molto colpiti dall'annuncio di Scorpio.
Scorpio è una promessa che vogliamo fare con gli utenti, quegli utenti che ricercano un'esperienza di gioco ancora più ricca e coinvolgente. È un hardware dotato di incredibile potenza e che supporterà sia il 4k, sia il mondo in alta definizione della realtà virtuale, dando vita ad esperienze mai viste. Arriverà solo a fine 2017 è vero, ma lo abbiamo presentato ora anche per mostrare agli sviluppatori le possibilità che la console potrà offrire. Inoltre sarà da qui che insieme a loro potremo portare avanti nuovi progetti e contenuti.

Xbox One in Giappone sta combattendo una guerra disperata, quali sono le aspettative dopo aver fatto il vostro Briefing?
Per aumentare ancora di più l'utenza di Xbox nel mercato Giapponese, penseremo a quali giochi potrebbero trovare interessanti gli utenti e faremo in modo che arrivino in ogni caso da noi. Daremo il massimo per vendere sempre un gioco in più e fare in modo che gli utenti vogliano giocare con le nostre console. È una cosa che deve partire da noi e daremo il massimo per ottenerla. Se l'opinione comune vedrà come interessanti i nostri software, l'aumento degli utenti Xbox sarà una cosa naturale. Alla fine di quest'anno e per tutto l'anno prossimo ci impegneremo per far capire agli utenti il fascino dei giochi Xbox e penseremo a come aumentare gli eventi per far toccare con mano i nostri prodotti. Per farvi un esempio, come l'evento dello scorso autunno organizzato per ringraziare i fan di Xbox One. Da questo momento voglio stare più attento alla community quindi attendete pure con ansia quello che faremo da qui in avanti.

TI POTREBBE INTERESSARE