Counter-Strike: Global OffensiveA quanto pare al pubblico piace essere truffato: i due youtuber scommettitori hanno perso pochissimi utenti 

Diciamo che molti sono indifferenti a ciò che accade nel mondo reale

Ricordate la storia degli YouTuber che hanno sfruttato le API di Steam per usare le skin di Counter-Strike: Global Offensive come moneta per il loro sito di scommesse online, realizzando video ad hoc per farsi pubblicità, senza però dichiarare i loro intenti?

Di fronte a fatti del genere uno si aspetterebbe una qualche reazione da parte del pubblico, soprattutto dopo le manifestazioni di sdegno collettivo fioccate online. Invece Trevor "Tmartn" Martin e Tom "Syndicate" Cassell, questi i nomi dei due youtuber coinvolti, a parte aver cessato la pubblicazione dei video per qualche giorno (ora hanno ripreso come se nulla fosse) e a parte qualche commento inferocito, non hanno avuto grossi contraccolpi per ciò che hanno fatto e hanno confessato.

Insomma, nonostante il rumore di pochi il grande pubblico sembra indifferente anche alle truffe subite. Syndicate ad esempio ha perso pochissimi sottoscrittori, passati da 9.918.483 a 9.910.604. Una vera inezia rispetto alle accuse che gli vengono mosse. Tmartn di suo è passato da 3.217.611 a 3.203.652, nonostante il comportamento tenuto e il terribile video di scuse pubblicato e poi ritirato.

Nei commenti sono ancora visibili riferimenti alla faccenda, ma stanno rallentando rispetto a qualche giorno fa, mentre i Like e i Dislike sono al solito livello. La stessa indifferenza è stata manifestata verso gli youtuber condannati per aver ricevuto soldi per delle recensioni positive di videogiochi. Anche nel loro caso, non si registrano reazioni da parte del pubblico.

Elettroencefalogramma piatto.

TI POTREBBE INTERESSARE