La sciatrice estrema Matilda Rapaport è morta, travolta da una valanga mentre girava filmati per Steep di Ubisoft  68

Tragedia durante alcune riprese per Steep: muore la sciatrice svedese Matilda Rapaport

Una tragedia ha segnato il processo di sviluppo di Steep, il nuovo videogioco sugli sport montani estremi annunciato da Ubisoft nel corso dell'E3 2016.

Matilda Rapaport, sciatrice estrema di grande esperienza, è stata travolta e uccisa da una valanga sulla catena delle Ande, in Cile, vicino alla capitale Santiago. L'atleta svedese di 30 anni stava praticando sci estremo e girando dei filmati che sarebbero poi dovuti essere utilizzati all'interno del gioco Ubisoft. "Matilda era un'atleta straordinaria, che viaggiava per il mondo seguendo la sua passione, correre su terreni scoscesi e condividere il suo sorriso brillante", ha riferito il suo sponsor Red Bull a The Guardian.

"Siamo profondamente rattristati dalla morte di Matilda Rapaport, grande atleta svedese dello sci estremo", ha riferito Ubisoft in un comunicato a Gamespot. "Durante una produzione video in Cile giovedì scorso, 14 luglio, Matilda è stata travolta da una valanga. Nonostante le cure mediche e i trattamenti ricevuti nei giorni seguenti, non è stato possibile salvarle la vita". Il publisher conclude dicendo che "il coraggio, la passione e il desiderio di condividere lo sport che amava con il mondo serva da ispirazione per gli altri atleti e tutti noi", con cordoglio e preghiere che vanno al marito e alla famiglia della sciatrice.