Il creatore di God of War dice la sua sul rapporto tra sviluppatori e publisher  18

Secondo David Jaffe non c'è marketing che tenga per un prodotto dallo scarso appeal

Nel corso di un panel che si è svolto con la partecipazione di testate come GamesBeat, GameSpot e Scopely, il creatore di God of War e Twisted Metal, David Jaffe, ha condiviso alcune impressioni personali sui rapporti che intercorrono tra publisher e sviluppatori, in particolar modo per quanto attiene le politiche di marketing.

"Il rapporto tra publisher e sviluppatore è un po' come avere un appuntamento con qualcuno che hai appena conosciuto", ha commentato Jaffe con il suo abituale modo di fare colorito, facendo passare il concetto che tra le due controparti è necessaria una buona dose di sincerità e di rispetto reciproco.

Il designer californiano ha poi parlato della tendenza di molti sviluppatori ad incolpare i publisher per i fallimenti patiti dai loro progetti, specialmente verso la parte conclusiva dei lavori, chiamando spesso in causa proprio le dinamiche di marketing.

"Tutto il marketing di questo mondo non sarà di aiuto ad un gioco che non possiede alcuna capacità di attrarre dal punto di vista commerciale", ha concluso, citando come esempio il remake di Twisted Metal, pubblicato come esclusiva su PlayStation 3 nel 2012, che all'epoca ricevette inferiori spinte pubblicitarie rispetto a prodotti come Uncharted o Killzone.