ValveValve si appresta ad offrire la propria tecnologia VR alle terze parti 

Le aspettative di Valve nei confronti della VR sono molto elevate

Valve ha annunciato di voler mettere gratuitamente a disposizione delle terze parti la propria tecnologia per la realtà virtuale. Il programma prevede di dare in licenza Steam VR Tracking senza il pagamento di nessuna royalty. Attraverso il sito ufficiale sono stati condivisi tutti i dettagli tecnici.

"Che stiate costruendo un club di golf in VR o un quadcopter indoor, il tracciamento 3D costituisce il cuore del nostro prodotto. Sviluppato presso Valve, Steam VR Tracking è una soluzione hardware/software che permette ai vostri dispositivi di sapere in tempo reale dove si trovano, all'interno di una camera. Adesso Valve si appresta a rendere Steam VR Tracking disponibile per tutte le compagnie, senza il pagamento di alcuna licenza".

La tecnologia di cui si parla è la medesima utilizzata per sviluppare il visore HTC Vive, che è stato lanciato per la prima volta sul mercato questa primavera. Così facendo Valve è fiduciosa di poter accrescere le dimensioni e l'importanza del mercato VR in prospettiva futura.

"E' fondamentale per il futuro dell'ecosistema della realtà virtuale rendere la tecnologia di tracciamento aperta, in modo tale da supportare la crescita di un salutare portfolio di prodotti che lavorino insieme ad HTC Vive", ha commentato Raymond Pao di HTC attraverso un comunicato ufficiale.

"Questo è un fantastico modo di completare HTC Vive e stimolare ulteriormente l'innovazione nella VR. Offriremo anche addestramento nelle regioni asiatiche nell'arco dei prossimi mesi, al fine di supportare l'adozione di Steam VR Tracking. Siamo impazienti di vedere il mondo dei dispositivi di tracciatura crescere ed espandersi".

Valve si appresta ad offrire la propria tecnologia VR alle terze parti

TI POTREBBE INTERESSARE