Un ginnasta giapponese ha giocato con Pokémon GO in Brasile, scoprendo di aver speso 5000 dollari in traffico dati  57

La dura legge del roaming applicata a Pokémon GO

Kohei Uchimura, ginnasta giapponese in trasferta a San Paolo per i Giochi Olimpici di Rio, ha provato inutilmente a giocare con Pokémon GO nella metropoli brasiliana, visto che nella zona non sembrano esserci mostri da catturare.

Il problema grosso per Uchimura è stato però scoprire che quel tentativo aveva un costo preciso, circa 5000 dollari, spesi in traffico dati per via di un tariffario per il roaming non propriamente amichevole nei confronti di chi viene dall'estero.

Inizialmente molto demoralizzato per l'accaduto, il ginnasta ha fortunatamente potuto strappare alla sua compagnia telefonica uno sconto, limitando la spesa a soli 30 dollari al giorno. Basterà per rimetterlo in sesto, in vista di un possibile nuovo oro olimpico?