Resident Evil 7 biohazardResident Evil 7 biohazard non sarà un survival horror "passivo", si potrà combattere 

Il producer di Resident Evil 7 biohazard conferma la presenza dei combattimenti nel gioco

Benché l'approccio in prima persona di Resident Evil 7 biohazard ricordi quello di survival horror come Outlast, il gameplay del titolo Capcom non sarà "passivo" e si potrà combattere.

Lo ha confermato il producer, Masachika Kawata, nel corso di un'intervista con Metro GameCentral: "Il combattimento rappresenta un elemento molto importante nella serie di Resident Evil, semplicemente stiamo mostrando poco alla volta vari aspetti del gioco. La prima demo introduceva solo l'atmosfera e l'esplorazione, che sono anch'essi elementi classici del franchise, e ora avete potuto vedere un po' di più in termini di paura e fuga da un nemico. Ci saranno anche degli enigmi da risolvere."

"Dunque stiamo facendo un passo alla volta. Alcune persone hanno avuto l'impressione che al gioco mancassero completamente i combattimenti per via di quanto mostrato finora, ma posso confermare che i combattimenti saranno presenti. Il protagonista di Resident Evil 7 biohazard non sarà uno di quegli eroi con la pistola in pugno che abbiamo visto nei precedenti episodi, bensì piuttosto una persona normale che si ritrova in una situazione estrema e deve cercare di sopravvivere."

"Mostreremo anche questi aspetti del gioco, sebbene per il momento non ci siamo ancora arrivati. Potete stare tranquilli, sappiamo cosa vogliono i fan di Resident Evil: esplorazione, risoluzione di enigmi, gestione di risorse limitate e combattimento in situazioni spaventose. Arriveremo anche a quello."

Resident Evil 7 biohazard non sarà un survival horror "passivo", si potrà combattere

TI POTREBBE INTERESSARE