SviluppatoreAmy Hennig ci parla del nuovo Star Wars sviluppato da Visceral Games 

Ma ancora pochissimi dettagli concreti

Visceral Games è al lavoro già da diverso tempo su un action adventure collocato nell'universo di Star Wars . Amy Hennig, in passato direttore creativo della serie Uncharted in Naughty Dog e ora impegnata in questa nuova avventura, ha condiviso alcune considerazioni personali sul progetto durante un evento organizzato al PAX West 2016.

"Quando ho iniziato a lavorare su questo progetto l'obiettivo era di fare le cose come LucasFilm, e di collaborare con loro. Abbiamo lavorato a stretto contatto, sono lusingata essere impegnata così da vicino con il gruppo storico di LucasFilm, con Doug Chang, che è l'art director e il senior creative director qui da noi, e con tutto il team".

La Hennig ha spiegato che la principale difficoltà, in un progetto di questo tipo, risiede nella rappresentazione corretta e autentica dell'universo di riferimento, pur estrapolando una storia originale.

"Serve una guida, che se ne sia occupata per un po' e che tenga presente tutto il resto, perché siamo parte dello stesso gruppo di proprietà emergenti che, alla stregua di episodio sette, otto e nove, sta evolvendo la storia; film come Rogue One e il capitolo dedicato a Han Solo mostrano anche i ribelli e altre cose di questo tipo... molti progetti sono in lavorazione e la domanda è una sola: "è uno Star Wars autentico?" Ecco perché abbiamo persone provenienti da LucasFilm che ci hanno aiutato a definire questi profili".

Gli sviluppatori di Visceral Games hanno cercato di analizzare e destrutturare il modo di creare una storia nell'universo di Star Wars, e la Hennig ha ammesso di aver preso come riferimento alcuni accorgimenti già messi in pratica per la creazione di Uncharted.

"Ci vuole amore per il franchise, servono dei mentori all'interno dell'organizzazione che dettino la via. Quando mi sono imbarcata in questo progetto, ho replicato le stesse cose già fatte in precedenza con Uncharted, concentrandomi su cosa significa creare un titolo action adventure, con un occhio particolare a Indiana Jones, ovviamente".

Durante la creazione preliminare del design è stato possibile assumere dei punti di riferimento, ma alcuni aspetti sono stati per forza di cose gestiti diversamente.

"Ovviamente il genere è l'action adventure, quindi ci sono molte similitudini, ma riguardo a Star Wars sono emerse alcune caratteristiche molto differenti. A quel punto ho valutato che alcune delle regole sfruttate nella realizzazione di Uncharted non potessero più essere applicate. In Uncharted o Indiana Jones si segue il protagonista tutto il tempo. Ad esempio non si stacca mai sui cattivi. Al contrario in Star Wars bisogna sempre staccare sui cattivi e mostrare ciò che stanno facendo".

"Il nostro obiettivo in questo gioco è di raccontare un'autentica storia di Star Wars in un contesto interattivo. Questa idea porta con sé una serie di regole che dobbiamo destrutturare, ricostruire e onorare".

Amy Hennig ci parla del nuovo Star Wars sviluppato da Visceral Games

TI POTREBBE INTERESSARE