Remedy utilizzerà la tecnologia Umbra per l'ottimizzazione dei giochi in vista dell'aumento dei ritmi di sviluppo  19

Ottimizzazione prima di tutto nella nuova organizzazione multitasking di Remedy: Umbra sarà ospite fisso nei giochi

Abbiamo parlato la settimana scorsa, in occasione dell'annuncio su nuovi progetti multiplayer, del nuovo corso intrapreso da Remedy, che ha deciso di spostarsi da un'organizzazione incentrata su un grosso progetto per volta a una più dinamica suddivisione del lavoro in vari team che si occupano di più progetti contemporaneamente.

In quest'ottica rientra la decisione di utilizzare la tecnologia Umbra, un sistema che consente di ottimizzare in maniera più veloce e comoda la mole poligonale dei giochi in 3D, applicandosi a vari engine tra cui evidentemente anche il Northlight proprietario di Remedy. D'altra parte, Umbra è già stato utilizzato anche in Quantum Break come sistema di ottimizzazione della quantità di elementi su schermo, consentendo di effettuare il processing e il rendering a video solo degli oggetti effettivamente visibili in ogni frame, cosa che ha aiutato sensibilmente l'ottimizzazione delle performance e il frame rate.

A quanto pare, dunque, Umbra verrà utilizzato anche nei prossimi progetti, con l'intenzione ribadita da Remedy di portare avanti lo sviluppo di più titoli insieme, d'ora in poi.