Resident Evil 7 biohazardCapcom spiega i motivi per cui Resident Evil 7 è stato sviluppato con un nuovo motore grafico 

Il RE Engine ha permesso maggior flessibilità nello sviluppo di Resident Evil 7

Capcom ha già dato alcuni assaggi di Resident Evil 7 attraverso la demo "Beginning Hour", che ha riscosso grande successo con oltre tre milioni di download. Come già sappiamo questo nuovo capitolo utilizza un motore grafico costruito da zero, il RE Engine.

Nell'ambito dei rapporti finanziari annuali il lead programmer della divisione tecnica di Capcom, Tomofumi Ishida, ha illustrato alcuni dei vantaggi offerti da questa tecnologia e per quali motivi lo studio ha preferito non ricorrere al motore MT Framework.

"Fino ad ora Capcom ha costruito MT Framework, un innovativo motore proprietario utilizzato per creare giochi d'alta qualità. Tuttavia le specifiche dell'engine tradizionale erano insufficienti per portare in vita il mondo realistico ricercato dai creatori di Resident Evil 7. Questa volta abbiamo preferito lavorare simultaneamente sullo sviluppo del gioco e del nuovo RE Engine", ha spiegato Ishida.

"La principale funzionalità del RE Engine è la capacità di ridurre notevolmente il tempo richiesto per i processi di sviluppo del gioco. Ad esempio il tempo necessario per testare le modifiche al programma sono stati ridotti del 90% e i materiali ottenuti separatamente possono essere combinati in tempo reale, il che permette di utilizzarli per creare altri materiali in modo istantaneo".

"Questo motore supporta anche la grafica in alta risoluzione richiesta per la compatibilità con la VR a 60 frame al secondo. Abbiamo fronteggiato numerose difficoltà nel cercare di rendere effettive tali funzionalità, il team ha lavorato insieme per far sì che accadesse". Il lancio di Resident Evil 7 è pianificato per il 24 gennaio 2017.

Capcom spiega i motivi per cui Resident Evil 7 è stato sviluppato con un nuovo motore grafico

TI POTREBBE INTERESSARE