La versione PlayStation VR di Resident Evil 7 ha subito dei pesanti compromessi grafici  122

Si sono resi necessari per ottenere la frequenza dei fotogrammi richiesta

Come saprete Resident Evil 7 sarà un'esclusiva di un anno per PlayStation VR (l'esclusiva vale solo per il supporto dei visori VR, quindi non riguarda l'uscita della versioni Xbox One e PC), ma non aspettatevi di poterci giocare al massimo dettaglio indossando il visore.

Stando all'utente Reddit robjwrd, che ha provato la demo del gioco in VR, le impostazioni grafiche sono state seriamente ridotte, per riuscire a raggiungere la frequenza di aggiornamento dei fotogrammi desiderata.

Le sue parole non lasciano adito a dubbi:

"Se state pensando di prendere un visore per giocarci, siate però coscienti di quanto è stato sacrificato. A me ha completamente distrutto il coinvolgimento. La parte centrale dell'inquadratura è la più colpita, dato che c'è una grossa area dove è quasi impossibile distinguere i dettagli di una stanza."

Insomma, era scontato che il lato grafico di Resident Evil 7 sarebbe dovuto scendere a compromessi per girare su PlayStation VR, ma non credevamo che i peggioramenti potessero avere un simile impatto. Comunque è presto per fasciarci la testa. Quando uscirà il gioco, staremo a vedere.