Periferiche XOnePhil Spencer: il passaggio al 4K non è parificabile alla transizione avvenuta con l'avvento dell'alta definizione 

Il leader di Xbox non ha dubbi, l'effetto novità sarà inferiore

Nell'arco dei prossimi dodici mesi il 4K è destinato ad assumere una presa maggiore sul grande pubblico grazie all'uscita di PlayStation 4 Pro e Xbox Scorpio. Phil Spencer, leader della divisione Xbox, ritiene però che il passaggio al nuovo standard non sarà parificabile alla transizione avvenuta ai tempi del 3D o dell'alta definizione.

"Sono stato in Xbox fin dal primo modello e ricordo il passaggio dalla bassa all'alta definzione. Ricordo di aver visto il primo Gears of War, il primo gioco che vidi su un hardware 360 pre-release e capii che si trattava di qualcosa di nuovo. La prima volta che vi sarà capitato di vedere un evento sportivo in HD avrete pensato la stessa cosa", ha commentato Spencer durante un'intervista concessa a Game Informer Australia.

"Una delle sfide di questa generazione è che il salto da 360 a Xbox One, o da PlayStation 3 a PlayStation 4, è visibile su schermo ma non allo stesso livello. Non è come la transizione da 2D a 3D o da SD a HD. È necessario essere più vicini per comprendere e apprezzare il contenuto, perché i titoli conclusivi della generazione 360 sono ottimi".

"I giochi 4K appaiono chiaramente meglio, ma non si coglie quella differenza che era possibile vedere nel passaggio da SD a HD, o da 2D a 3D. Per l'HDR è la stessa cosa: amo il modo in cui i film e i giochi appaiono in HDR, ma non credo che la trasformazione sia analoga a quella che abbiamo vissuto con i precedenti salti generazionali".

PlayStation 4 Pro è prossima ad esordire nei negozi il 10 novembre, mentre per Xbox Scorpio dovremo attendere la fine del 2017.

Phil Spencer: il passaggio al 4K non è parificabile alla transizione avvenuta con l'avvento dell'alta definizione