Mantis Burn RacingIl checkerboard rendering di PlayStation 4 Pro non potrà mai offrire la qualità dei 4K reali, dicono gli autori di Mantis Burn Racing 

La tecnica richiede tempo e lavoro perché si possano ottenere buoni risultati su PlayStation 4 Pro

Sebbene secondo Mark Cerny il supporto di PlayStation 4 Pro richieda solo una percentuale minima di lavoro extra da parte degli sviluppatori, il technical director di Mantis Burn Racing, Mark Williams, ha spiegato ai microfoni di GamingBolt che le cose non stanno esattamente così e che il checkerboard rendering della nuova console Sony va utilizzato al meglio perché i risultati siano buoni a 4K, sebbene la qualità non potrà mai essere la stessa di una risoluzione Ultra HD nativa.

"Il checkerboard rendering rappresenta un approccio intelligente per ottenere i 4K nel momento in cui non si dispone di una componentistica in grado di renderizzare nativamente a quella risoluzione, ma è una tecnica che richiede maggiore lavoro dal punto di vista dello sviluppo e può non essere semplice fare in modo che i risultati siano buoni. La qualità non sarà mai quella di un 4K vero, sebbene nelle sequenze più statiche ci si avvicini."

"In Mantis Burn Racing, dove tutto sullo schermo si muove piuttosto velocemente, potreste notare una definizione dei pixel inferiore rispetto a un 4K reale. Nel momento in cui l'immagine cambia meno rapidamente di frame in frame, è invece possibile effettuare una riproiezione temporale fra i fotogrammi per ripristinare i dettagli che si perdono con il checkerboard."

Il checkerboard rendering di PlayStation 4 Pro non potrà mai offrire la qualità dei 4K reali, dicono gli autori di Mantis Burn Racing