La Russia potrebbe bandire o censurare FIFA 17 per propaganda gay  272

Electronic Arts sarebbe rea di aver supportato una campagna di sostegno alle diversità

L'agenzia delle comunicazioni Russa è stata sollecitata da una lettera del parlamento a intervenire contro FIFA 17 di EA Sports per violazione della legge sulla propaganda gay.

Stando alla lettera, FIFA 17, che è classificato come titolo per tutte le età, invita gli utenti a supportare la campagna pro LGBT Rainbow Laces della Premier League inglese (più avanti vedremo come).

La lettera parla di una violazione della legge del 2013 che limita queste forme di propaganda perché possono "danneggiare la salute e lo sviluppo dei bambini". La richiesta è quella di bandire FIFA 17 dalla Russia.

Stando alla parlamentare Irina Rodnina, le autorità devono verificare l'opportunità di distribuire il gioco sul territorio della Federazione Russa, aggiungendo che ogni stato ha le sue leggi cui bisogna ubbidire a ogni costo.

Il parlamentare Valery Rashkin ha aggiunto che il governo dovrebbe chiedere agli sviluppatori di modificare il codice del gioco o la sua classificazione e, in caso di rifiuto, adottare misure restrittive.

Tutto questo sta succedendo perché Electronic Arts ha regalato un kit rainbow ai giocatori, come forma di supporto della campagna Rainbow Laces. La virilità dei giovani russi deve avere avuto un crollo dopo una simile provocazione.

Insomma, è fatto noto che la terra di Putin non è molto tollerante verso l'omosessualità, come già dimostrato in passato e con fatti ben più drammatici, ma qui siamo alla paranoia.