ValveValve è consapevole che la realtà virtuale potrebbe rivelarsi un completo fallimento 

Gabe Newell parla della realtà virtuale con molta franchezza

Ne avevamo parlato qualche giorno fa, in seguito allo smantellamento di quasi metà delle postazioni di Oculus Rift installate presso i punti vendita Best Buy: è possibile che l'entusiasmo attorno alla realtà virtuale si sia esaurito, e a quanto pare il boss di Valve, Gabe Newell, ne è consapevole. "Pensiamo che il VR stia andando bene, in linea con quelle che sono le nostre aspettative", ha infatti detto Newell, aggiungendo però: "Siamo anche ben consapevoli che potrebbe rivelarsi un completo fallimento."

Una dichiarazione incredibilmente franca e onesta, specie considerando come Valve sia in prima linea nel mercato della realtà virtuale per via dei suoi investimenti nel visore HTC Vive, dispositivo che secondo Newell non fa che scalfire le possibili potenzialità del VR: "Vive è il visore più costoso sul mercato, eppure dispone appena delle capacità di offrire una buona esperienza in realtà virtuale. (...) Nonostante questo, ci sono state persone che hanno attirato su di sé l'attenzione dicendo che sarebbero stati venduti milioni di visori VR", una frase quest'ultima diretta evidentemente alle entusiastiche dichiarazioni di Facebook. "Quando abbiamo sentito queste cose ci siamo detti 'ma anche no'. In effetti non riuscirei a indicare un singolo contenuto in grado di spingere milioni di persone a sostituire il proprio PC per renderlo adatto a supportare la realtà virtuale."

TI POTREBBE INTERESSARE