Nuovi dettagli su Mario + Rabbids Kingdom Battle  22

Mario + Rabbids Kingdom Battle sarebbe in lavorazione da tre anni, con direzione creativa italiana

NOTIZIA di Giorgio Melani   —  5 mesi fa

Dopo la prima immagine emersa la settimana scorsa, seguita a stretto giro da una prima mandata di informazioni, emergono ulteriori dettagli sull'ancora misterioso Mario + Rabbids Kingdom Battle, che si suppone sia il nuovo action RPG di Ubisoft che incrocia i mondi di Mario con quello dei Rabbids.

Come riportato da NintendoEverything, sono giunte ulteriori notizie, sempre da prendere come voci di corridoio ma la cui consistenza sta aumentando sempre di più all'avvicinarsi dell'E3 2017. A quanto pare, lo sviluppo è iniziato circa tre anni fa e pare che il progetto sia essenzialmente partito da Ubisoft, iniziato come una proposta ufficiale con tanto di processo di presentazione dell'idea e tutto l'iter standard all'interno di Nintendo, ma il tutto iniziato dal publisher francese, forse a partire da Wii U, visto che alcune fonti riportano di aver visto dei prototipi del gioco funzionanti sulla "vecchia" console Nintendo.

La direzione creativa pare sia in mano alla divisione milanese di Ubisoft, dunque si tratterebbe di una produzione in buona parte italiana, con una certa libertà creativa concessa agli sviluppatori da Nintendo, nonostante il delicato materiale in questione. In ogni caso, responsabili Nintendo tengono sotto osservazione tutta la lavorazione, con la necessità di passare attraverso la loro approvazione per proseguire, anche se la casa di Kyoto sembra decisamente aperta a sperimentare nuove idee in questo caso.

Com'è caratteristica dei Rabbids, prevale un certo umorismo demenziale e gag surreali e auto-referenziali, pare che uno dei primi boss sia un rabbid in stile Donkey Kong: per capire come il gameplay integri elementi adventure, per battere il boss è necessario prima tagliare fuori il suo accesso alle banane, con le quali può ricaricare l'energia.

Ogni personaggio giocabile ha un proprio skill tree che porta a evoluzioni diverse, con specifiche abilità da sbloccare, oltre a impararne di nuove, anche se alcune di queste possono essere in comune tra più personaggi. C'è una componente online nel gioco, perché pare sia presente una suite specifica di strumenti in fase di test, anche se non era accessibile nella build provata. Intravista anche una modalità "Arena" per il multiplayer.

Pare sia previsto il supporto per gli amiibo, con una modalità specifica chiamata "amiibo machine", almeno nella versione di prova vista dagli insider. Per questo motivo, Ubisoft starebbe sperimentando una serie di statuette da commercializzare poi nella linea amiibo. La presentazione di Mario + Rabbids Kingdom Battle era prevista inizialmente con il reveal di Switch a gennaio, ma è stata poi posticipata per far avanzare i lavori. In effetti, è praticamente dallo scorso novembre che si parla di questo fantomatico progetto.