Nintendo sui DLC di The Legend of Zelda: Breath of the Wild: troppo fan service rende i giochi insapore  82

The Legend of Zelda: Breath of the Wild giocato in modi inaspettati che hanno stupito il team di sviluppo

Come la storia dei videogiochi (e non solo) ha ampiamente dimostrato, il troppo fan service rovina qualsiasi opera. The Legend of Zelda: Breath of the Wild è stato un capitolo di rottura, capace di andare oltre molti degli stilemi della serie, ma si è rivelato comunque essere una boccata d'aria fresca, apprezzata anche dai zeldiani più radicali.

In una recente intervista dedicata ai DLC del gioco, dei quali è uscito pochi giorni fa il primo, Eiji Aonuma ha affrontato di petto l'argomento.

Aonuma ha raccontato che negli ultimi quattro mesi il team di sviluppo ha analizzato a fondo le reazioni dei giocatori e sta cercando di sistemare con i DLC alcune delle criticità sollevate: "Detto questo, siamo sempre molto cauti con il fan service, perché rischiano di rendere il gioco insapore."

D'altro canto il team ha apprezzato moltissimo vedere i giocatori fruire Breath of the Wild in modi inaspettati, alcuni dei quali davvero stupefacenti.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild è disponibile per Nintendo Switch e Wii U.