Splatoon 2 utilizza una risoluzione dinamica, ma i miglioramenti rispetto al primo episodio sono ben visibili  64

Digital Foundry ha analizzato Splatoon 2

Dopo il nuovo spot e il video di gameplay con i primi quindici minuti, Splatoon 2 torna a mostrarsi con l'analisi tecnica effettuata da Digital Foundry, che conferma un buon lavoro da parte degli sviluppatori per questo sequel.

Sebbene infatti il gioco utilizzi una risoluzione dinamica che lo porta a muoversi dai 1080p agli 864p in modalità dock e dai 720p ai 648p in modalità portatile, i sessanta frame al secondo sono costanti ed è stata migliorata in modo sostanziale l'effettistica sui personaggi.

Insomma, le perplessità iniziali sembra siano state scongiurate da un ottimo lavoro di rifinitura tecnica, che ci consegnerà il 21 luglio il sequel che tanti stavano aspettando.