In occasione del lancio del Super Nintendo Mini, Famitsu rievoca i voti assegnati originariamente ai giochi  68

Si nota una netta discrepanza nel metro di giudizio di Famitsu

La celebre rivista nipponica Famitsu ha pubblicato un interessante speciale in occasione del lancio del Nintendo Classic Mini: Super Famicom in Giappone, rievocando le recensioni storiche dei giochi contenuti nella console, oltre a riportare i commenti di alcuni sviluppatori sui titoli che avrebbero voluto all'interno di questa.

Trattandosi di una rivista storica, il sistema di votazione era sostanzialmente identico e le recensioni sono originali, considerando che il primo numero di Famitsu risale al 1986. Vediamo dunque quali voti vennero assegnati ai titoli storici del Super Famicom:

Super Mario World: 8/9/9/8
F-Zero: 10/8/9/10
Ganbare Goemon: 7/7/7/6
Super Ghosts and Ghouls: 7/7/7/6
The Legend of Zelda: A Link to the Past: 9/10/10/10
Super Formation Soccer: 8/9/6/8
Contra III: 7/8/7/6
Super Mario Kart: 8/9/8/7
Star Fox: 10/9/8/7
Secret of Mana: 9/9/8/7
Mega Man X: 7/6/6/7
Fire Emblem: Mystery of the Emblem: 9/8/9/10
Super Metroid: 8/8/8/8
Final Fantasy VI: 9/8/10/10
Super Street Fighter II: 8/8/7/7
Donkey Kong Country: 7/8/8/8
Yoshi's Island: 9/9/8/7
Panel de Pon: 7/7/8/7
Super Mario RPG: 9/8/8/7
Kirby Super Star: 9/8/7/8

Al di là del fatto che il catalogo di giochi presenti nel Super Famicom presenti delle variazioni rispetto a quello del Super Nintendo, ma questa era cosa nota, i voti in questione suscitano alcune riflessioni. Siamo ormai quasi abituati a vedere perfect score e voti particolarmente alti assegnati quasi regolarmente alle produzioni di alto profilo in questi anni, pertanto le votazioni dell'epoca Super Famicom sembrano molto più di manica stretta. Considerando gli standard odierni, è quasi incredibile un 34/40 assegnato a Super Mario World o addirittura i 32/40 a Super Mario Kart e Super Metroid, voto che al giorno d'oggi viene praticamente assegnato d'ufficio a un qualsiasi titolo di media/alta qualità, così come il 30/40 a Super Street Fighter II, ma in generale sono tutti voti piuttosto "bassi" rispetto a quanto ci ha abituato Famitsu da parecchi anni a questa parte.

Le produzioni moderne piacciono molto di più alla redazione rispetto a quanto facessero i giochi all'epoca del Super Famicom o è nettamente cambiato il metro di giudizio?