Grin chiude i battenti  0

Un'altra vittima del duro momento economico

Alla fine, arriva l'ufficialità: il team di sviluppo svedese Grin chiude oggi i battenti, a causa di una mancanza cronica di fondi prolungata in questo periodo, probabilmente legata al momento di crisi generale.

"E' a malincuore che annunciamo oggi di essere costretti a chiudere Grin", annunciano i fondatori Bo Anderson e Ulf Anderson sul sito ufficiale dello studio, "questo perché troppi publisher hanno ritardato i propri pagamenti, causando una mancanza di fondi insostenibile". Dunque "dopo 12 anni di duro lavoro, impiegando centinaia di talentuosi uomini e donne, è finita. E' stata una grande avventura e la famiglia Grin ha provato quello che in pochi sono riusciti a ottenere".

La questione era emersa già da alcuni giorni, con segnali piuttosto preoccupanti da parte del team di sviluppo e l'annuncio di un nuovo studio fondato da 25 membri appartenenti precedentemente a Grin. Il team con base a Stoccolma è stato responsabile, in questi anni, di Ballistics, Bandits, Ghost Recon Advanced Warfighter I & II (multiplayer), Bionic Commando Rearmed, Wanted: Weapons of Fate, Terminator: Salvation e Bionic Commando. Secondo quanto riferito dai due Anderson, c'era anche un "capolavoro non rilasciato" in lavorazione presso il team, che gli sviluppatori "non hanno avuto modo" di concludere.