Sony e Microsoft non capiscono gli MMO su console, secondo Cryptic  27

E' solo una questione organizzativa che impedisce il loro approdo su Xbox 360 e PlayStation 3

Craig Zinkievich di Cryptic dimostra una certa frustrazione nei confronti dell'approccio dei grandi produttori di console al mondo degli MMO.

Attualmente a capo del team che sta lavorando all'attesissimo Star Trek Online, Zinkievich sostiene che il problema maggiore nel portare gli MMO su console consiste esclusivamente nel fattore business: "provare a portare Sony e Microsoft a capire gli MMO, capire precisamente cosa c'è bisogno per gli MMO e quindi elaborare una strategia per tutti gli aspetti legati al business di questi giochi, è stato molto difficile per gli sviluppatori di questo genere".

Final Fantasy XI, secondo Zinkievich, è stato portato a termine su Xbox 360 unicamente grazie a numerose eccezioni applicate da Microsoft in via del tutto straordinaria, nella sua iniziale spinta alla conquista del mercato, ma trascinare i produttori nello studio e nella risoluzione di tutti i problemi legati al network che sorgono nell'elaborazione e nella gestione degli MMO è molto lungo e difficile. Non è un problema legato allo sviluppo dei giochi stessi: "Champions gira sulle console attualmente, Star Trek Online funziona sulle console proprio adesso; il nostro motore - il Cryptic Engine - non ha problemi sulle console", fa sapere con sicurezza Zinkievich a Eurogamer.net. Il team di sviluppo, all'interno dei suoi studi, ha già praticamente pronte le versioni per console dei suoi titoli di punta: i ritardi e i problemi che da sempre affliggono il genere su Xbox 360 e PlayStation 3, dunque, sono esclusivamente di carattere organizzativo e gestionale - almeno per quanto riguarda Cryptic.