Battlefield: Bad Company 2Brink e Bad Company 2 con server dedicati 

La scelta è condivisa, i server no

I server dedicati sono la scelta prioritaria sia per DICE che per Splash Damage, a quanto pare.

Su GamesIndustry Gordon Van Dyke di DICE ha ribadito l'annuncio fatto dal Twitter di Karl-Magnus Troedsson sulla volontà di sfruttare una base di server dedicati per strutturare la piattaforma online del multiplayer di Battlefield: Bad Company 2. "A partire da Battlefield 1942 DICE ha sperimentato l'utilizzo di server dedicati per tutte le piattaforme. La formula ha funzionato bene, e funziona ancora bene sia per noi che per la comunità di videogiocatori. Siamo rimasti fedeli alla tradizione e continueremo ad esserlo anche per il prossimo Battlefield: Bad Company 2.

Allo stesso modo, il capo di Splash Damage, Paul Wedgwood ha sostenuto la volontà di utilizzare una soluzione analoga per il nuovo action game Brink (pubblicato da Bethesda), con server dedicati e gratuiti a partire dal primo giorno, per quanto riguarda il gioco online su PC, Xbox 360 e PlayStation 3.
Brink e Bad Company 2 con server dedicati