Nintendo deve innovare per continuare a competere, secondo EA  12

Innovazione e prezzi bassi

Il gran capo di Electronic Arts, John Riccitiello, ha detto la sua sul futuro di Nintendo e su quello che la compagnia di Kyoto dovrebbe fare per mantenere la sua posizione all'interno del mercato console.

Dopo il periodo considerato difficile per i rapporti con i third-party, ovvero quello caratterizzato da Gamecube, la grande N ha riallacciato ottimi rapporti con i publisher esterni, ma il suo supporto e la collaborazione con questi deve continuare. "Wii è una piattaforma molto interessante, i third-party possono fare molto meglio su questa console con il giusto supporto da Nintendo", ha affermato Riccitiello durante la UBS Global Media and Communications Conference (via Gamasutra), "sono sempre stati accentrati dal punto di vista della pubblicazione di giochi, preferendo la produzione interna, ma ora stanno imparando ad essere maggiormente collaborativi con le terze parti".

Tuttavia, c'è ancora da lavorare, in particolare per quanto riguarda la politica dei prezzi che secondo Riccitiello dovrebbe essere maggiormente competitiva: "io credo che se la piattaforma raggiungesse la quota di 149 dollari come prezzo sul mercato aumenterebbe ancora di più la sua fetta di mercato. Certamente non è in crisi al momento, ma se mantengono il prezzo fisso a 199 dollari senza innovazioni, potrebbero avere dei grossi problemi a competere con quanto Sony e Microsoft hanno in cantiere nel prossimo periodo".