I DLC di Assassin's Creed II dovevano far parte del gioco originale  108

Tolti per mancanza di tempo e spazio

Patrice Desilets di Ubisoft ha rivelato a Kotaku che le due espansioni in arrivo per Assassin's Creed II, "La battaglia di Forlì" e "il Falò delle Vanità", erano inizialmente previste come parti integranti del gioco originale, tagliate in seguito per mancanza di spazio.

Desilets sostiene che ad un certo punto dello sviluppo, per poter mantenere i tempi giusti, il team ha dovuto tagliare alcune fasi di lavorazione, pensando poi di proporre le parti mancanti come elementi scaricabili a parte: "Ci sono troppe cosa da fare per concludere in tempo", è il pensiero che ha avuto Desilets, secondo quanto riferisce lui stesso, "togliamo parte dei contenuti pianificati e riproponiamoli in seguito".

"Penso che nel complesso ci siano talmente tanti contenuti nel gioco che gli utenti non possano dire che non valga la pena spenderci 60 sacchi", ha poi spiegato l'uomo Ubisoft in sua discolpa.