Il futuro appartiene a PS3 ed Xbox 360, dice Capcom  72

Abbandono a Wii

Il direttore generale francese di Capcom ha fatto una serie di dichiarazioni su quello che intravede essere il futuro delle console, in particolare con riferimento allo sviluppo su Wii verso il quale si dichiara piuttosto pessimista. L'utenza della console Nintendo si è trasformata in qualcosa di estremamente di massa, dichiarandosi per altro deluso da questa mutazione. Lo sviluppo su Wii è diventato, per Capcom, piuttosto difficoltoso ed il futuro è di PS3 ed Xbox 360, continua. Il suo disappunto è motivato da dati come quelli facenti riferimento alle vendite di Darkside Chronicles, che ha raggiunto appena i 16.000 pezzi contro i 140.000 di Resident Evil 4 su Wii, quando fu rilasciato nel 2007. Il motivo di tale disparità di vendite risiederebbe, secondo Seux, nel cambiamento avvenuto al mercato: "c'è un problema molto chiaro su questo stile di gioco sul Wii, dove i giocatori si sono chiaramente spostati. RE 4 su Wii ha funzionato, ma perchè quando è stato rilasciato sul mercato non c'era nulla". Seux riconosce tuttavia che Wii sia ancora una parte importante delle vendite, ma la definisce una console familiare con un attachment rate piuttosto basso. "Questo è l'anno in cui emergono le console chiamate "di nuova generazione", perciò per noi, Capcom, il futuro è su PS3 ed Xbox 360", conclude.