Halo: ReachBungie non considera Reach come Halo 4 

Un episodio a sé stante

Bungie conferma l'essenza di Halo: Reach come capitolo a sé stante, staccato dalla trilogia caratterizzata da Master Chief, come detto in precedenza.

"Per noi non è Halo 4", tiene a specificare l'executive producer Joseph Tung a Edge: "desideravamo creare un titolo standalone, qualcosa che rappresentasse il culmine di una decade di sforzi sulla costruzione della serie Halo", ha aggiunto il creative director Marcus Lehto.

Tanti sono gli elementi nuovi del capitolo in sviluppo, a partire dai personaggi principali fino all'ambientazione, che si preannuncia molto più oscura di quanto visto in passato, con nemici più inquietanti e cattivi e armi ancora più distruttive. Anche dal punto di vista tecnico, rappresenta a quanto pare la punta massima raggiunta finora da Bungie, che ha cercato di "piegare l'Xbox fin dove è stato possibile", secondo quanto riportato. Ci sarà inoltre il multiplayer esteso a cui la serie ci ha abituato, e alcune "grosse sorprese" ancora sconosciute all'interno della campagna.
Bungie non considera Reach come Halo 4