Gli autori di God of War III non sanno cosa faranno in seguito  42

Intanto un po' di pausa

Da un team importante e tenuto in alta considerazione come Santa Monica ci si potrebbe aspettare un programma a lungo termine fitto di progetti in corso e titoli da sviluppare da ora ai prossimi anni, ma in verità lo studio responsabile di God of War pare non avere la più pallida idea di cosa andare a fare dopo l'uscita del terzo capitolo sulla saga di Kratos.

In un'intervista pubblicata da Industry Gamers, il senior producer Steve Caterson ha affermato che i piani del suo studio sono tutt'altro che definiti. Alla richiesta su quale sia il prossimo passo di Santa Monica, Caterson ha risposto: "non ne ho idea! Ho appena passato tre anni della mia vita su God of War III e sette anni in totale su tutta la serie, ho dei bambini che sono più piccoli di questa!"

Caterson ha affermato di essere felice di poter lavorare su progetti grandi, ma che non si tratta di decisioni che il team può prendere molto alla leggera. Manca addirittura il tempo per provare altri giochi oltre ai propri: "l'unico gioco che sono riuscito a provare un po' è Dead Space, ci sono altri giochi che avrei voluto giocare e voglio avere il tempo di farlo", d'altra parte, secondo lui il tempo libero e la possibilità di guardarsi intorno è in fondo la cosa migliore nella conclusione di un progetto. Per quanto riguarda l'eventuale seguito della serie, Caterson ripete quanto affermato da altri membri del medesimo team, ovvero che probabilmente la conclusione della trilogia non determinerà in maniera irrevocabile la chiusura della serie: "God of War III è la fine della trilogia. Non vi abbiamo lasciato con un finale aperto ma non credo nemmeno si tratti della fine del franchise. Voglio guardare avanti e cercare di fare qualcosa di diverso", se poi questo possa tradursi in un nuovo God of War costruito sul bagaglio di esperienze passate ma con una struttura nuova, sarebbe una cosa ottima per Santa Monica.